[ Storia gratuita fantasy ] Grimock il toro nero, cap.10: Spiriti in catene

Grimock il toro nero, parte decima: Spiriti in catene

 Cari lettori,
Questo weekend si sta rivelando davvero molto produttivo e spero di continuare con questo ritmo fino a stasera (incrociamo le dita!).
 Nel frattempo, godetevi il decimo capitolo della storia gratuita fantasy ‘Grimock il toro nero’: Spiriti in catene.
Buona lettura,
Piombo

Nei capitoli precedenti della storia gratuita fantasy ‘Grimock il toro nero’: Costretti a usare la polvere di fuoco per sconfiggere Ossarotte, Grimock e Flint vengono coinvolti nell’esplosione. Sarà bastato per fermare il mostruoso schiavo di SIderius?


Dopo l’esplosione, non è solo la grotta a tremare, ma tutta la montagna.
Le vibrazioni giungono fino al grande salone della signore della morte,
dove Siderius, seduta sul suo trono di teschi e in attesa di notizie di Ossarotte, quasi scivola a terra. La volta di pietra della navata si sgretola, mentre polveri e detriti spengono le candele sulle teste mozzate, sporcando il tappeto. Immersa nel suo elemento, l’oscurità, il mercante d’anime avvampa di rabbia.

« OSSAROTTE!» tuona, furibonda.

Ma dei pesanti passi dello schiavo non vi è eco. Solo una flebile fiamma bianca risponde alla chiamata che, fluttuando, raggiunge l’orecchio della padrona.

« Dimmi cosa è successo.» ringhia la signora della morte.

L’anima prigioniera sussurra ciò che ha visto e Siderius, disgustata dal rapporto, l’afferra in pugno e la ingoia in un boccone.

« Attraverso i tuoi ricordi, io vedrò.» recita e, nelle sue iridi spietate, una fiamma gialla divampa.

Profondamente nauseata dall’incapacità dei suoi schiavi, osserva impotente la loro disfatta e, infuriata, medita terribile vendetta, quando nota l’enorme ascia che Grimock si porta appresso.

« Un’Ascia Sanguinaria…» sussurra, sadicamente soddisfatta e stringendo eccitata la lancia dalla lama infranta. « Questi ospiti meritano la mia piena attenzione.»

Al suo volere, una dozzina di fiamme gialle e marcescenti si alzano in volo dal trono di teschi.

« Portategli il mio invito.» comanda.

Le lingue di fuoco divampano obbedienti, prima di guizzare verso i confini dell’oscuro salone.

Flint, tossendo violentemente, esce da un cumulo di macerie: gli fischiano le orecchie e ha gli occhi pieni di polvere, ma è vivo. Barcollando e con ben stretto in pugno il mazzuolo, si alza in piedi e si guarda attorno: l’esplosione ha messo fuori combattimento gli scheletri, ma la parte superiore del sentiero è crollata, rendendo impossibile tornare indietro. Sconsolato, il ragazzo cerca il barbaro tra i detriti e lo vede, in piedi, poco distante: sarà ancora sotto gli effetti della radice?

« …Grimock?» osa Flint.

« Tutto bene.» rassicura  lui, facendogli cenno di avvicinarsi e guardare più avanti.

La parte ancora intatta della scalinata discende lungo la parete rocciosa per un’altra trentina di metri, raggiungendo il fondo della grotta. Ad attenderli, proprio davanti all’imboccatura di una galleria, ci sono una dozzina di strani umanoidi: piccoli, gialli e opalescenti.

« Che cosa sono?» chiede Flint, cercando di aguzzare la vista.

« Non lo so,» risponde il barbaro « ma lo scopriremo presto.» e fa per avanzare.

« Fermo! » lo esorta il ragazzo, mettendoglisi difronte «Hai appena masticato una radice del diavolo! Hai dimenticato cosa è successo contro Magenta Spaccaossa?»

Grimock, offeso da tanta sfiducia, lo fissa minaccioso.

« Non sottovalutarmi » ringhia «e, comunque, non abbiamo altra scelta: lo stregone sa che siamo qui e, più aspettiamo, maggiore sarà la forza con cui ci attaccherà.»

Flint cerca un valido argomento con cui controbattere, ma, incapace di trovarne uno, abbassa il capo e si fa da parte.

« Moriremo qui, non è vero? » piagnucola, quasi in lacrime.

Grimock, insolitamente espansivo, gli poggia una mano sulla spalla.

« Fino a che sarò la tua guardia del corpo, non succederà.»  afferma, sicuro di sé « Seguimi, ma non avvicinarti troppo.»

Dopo un paio di pacche mozzafiato, il barbaro si avvia per la scalinata; Flint, dopo essersi ripreso dalla violenza di quel gesto d’affetto, lo segue.
L’ ultimo tratto di discesa procede tranquillo e, una volta avvicinatisi, il ragazzo e la sua guardia del corpo mettono nitidamente a fuoco ciò che c’è ad attenderli infondo alla grotta: bambini, o per meglio dire spettri di bambini, avvolti in una nebbia gialla e marcescente; sono scarni, vestiti di stracci e i loro occhi lividi sono spenti e inespressivi; i più grandi tengono in braccio i neonati e, ognuno di loro, porta catene a caviglie e polsi; restano immobili, in attesa che i due stranieri si avvicinino.

Quando ormai mancano pochi passi, una bambina di  circa dieci anni si fa avanti: il suo corpo è opalescente, dalle sfumature verdastre e i radi capelli sporchi gli coprono il viso emaciato. Grimock, non percependo nessuna tensione omicida, fa cenno al compagno di fermarsi.

« Benvenuti, stranieri.» annuncia l’apparizione « La nostra padrona Siderius, il mercante d’anime, colei che è eterna, la grande avara è rimasta impressionata dalla vostra forza.» la voce atonale, servile, è piegata da decenni di schiavitù « Come primi mortali ad averla sorpresa, vi invita nel suo salone, dove potrete discutere di quanto siate disposti a pagare per uscire vivi dal suo regno.»

Recapitato l’invito, la bambina piega il capo e si fa da parte; gli altri spiriti fanno altrettanto, mettendosi ordinatamente in due file, ai lati dell’imboccatura della galleria.

« È una trappola, torniamo indietro.» conclude rapidamente Flint.

« Sono d’accordo,» risponde il barbaro « ma, a meno che tu non sappia volare, non possiamo fare altro che proseguire.»

Il ragazzo, disperato, alza lo sguardo verso l’alto: l’antica gradinata è crollata e le pareti di pietra sono troppo umide e ripide per essere scalate; la via delle miniere è ormai irraggiungibile e l’unica altra uscita, se esiste veramente, sembra essere sotto il controllo di una strega.

« Proteggimi, ti prego.» supplica, nascondendosi dietro la sua guardia del corpo.

« Lo farò.» promette, risoluto, Grimock.


capitolo successivo ›

‹ capitolo precedente

Indice

Badalà! Due capili in due giorni! Ci son dei momenti in Grimock si corregge da solo!
Vi aspetto alla prossima pubblicazione di questa storia fantasy gratuita!
Piombo

Piombo, racconto fantasy gratuito, storia fantasy gratuita, storia gratuita fantasy

settembre 7, 2016

Tag:, , ,

Rispondi